10 cose che forse non sapevate…

Si narra che nel 1606, all’età di 5 anni, Luigi di Borbone, futuro Luigi XIII, Re di Francia, detto il Giusto, diede un pezzo di pane a un cane.

Una dama di corte, infastidita dal gesto, rimproverò il potente bambino, dicendo: «Signore, non si da il pane ai cani: lo si da ai poveri».

E il piccolo risposte: «Perché? I cani sono ricchi?»

 

Il nostro rapporto coi cani è tanto antico e profondo quanto controverso. Siamo diventati compagni di viaggio fin dal Mesolitico (12 mila anni fa per intenderci, giorno più, giorno meno) e quello che è misterioso e affascinante al tempo stesso è che l’addomesticazione del cane è avvenuta in diverse parti del globo. Quando si dice “il destino”: non solo è successo, ma più volte e senza che i protagonisti potessero parlarne. Insomma cani e esseri umani dovevano diventare amici.

 

Ma come in tutte le amicizie non mancano i momenti bui, le occhiatacce e qualche parola di troppo…da parte dell’uomo, ovviamente.

 

Così la parola cane assunse in passato significati spesso molto negativi: celebra l’affermazione figlio d’un cane, o Che ’l sepolcro di Cristo è in man di cani, scrisse il Petrarca rivelando stima e affetto nei confronti dei Turchi. Per non parlare poi del femminile laddove cagna, detto a una donna era un giudizio decisamente poco lusinghiero sui suoi costumi sessuali.

Ancora oggi se tieni il muso stai mostrando un’espressione sofferente e di distacco, e diverse ricerche hanno cercato di decifrare la strana espressione porco cane, forse riferita a un ibrido mostruoso, forse solo una sfortunata assonanza della parola kuνα (origine etimologica della parola cane in Greco), con il nome di Ζηνα, Zeus (lascio ai lettori il compito poco piacevole di capire ciò che intendo sostituendo la parola cane prima con Zeus e poi con Dio).

 

Altre espressioni ci ricordano la vita terribile dei fedeli quadrupedi: solo come un cane, vita, tempo, sera da cani e perfino freddo cane.

Tuttavia, fin dall’antichità, era nota anche la fedeltà  e la bontà del cane, caratteristica evidente perfino agli occhi aridi dei nostri avi che già molto tempo addietro erano soliti dire fedeli come un cane. E il Manzoni, che scriveva: rimanendo celibe,… per non aver mai trovato un c. che la volesse, voleva sottolineare come i discendenti dei lupi siano in realtà tanto affettuosi da voler bene a chiunque.

 

Dunque con il passare degli anni il rapporto è maturato: le doti, l’affetto, l’utilità e perché no, la magia dei fedeli quadrupedi al nostro fianco hanno avuto la meglio. Abbiamo imparato a leggere i loro volti, i loro sorrisi, a interpretare il loro comportamento cercando sempre meno di paragonarli a noi e nel tentativo di “vedere” la loro vera indole. Così con il passare degli anni (diciamo pure degli ultimi cinquanta) sono emersi aspetti sconosciuti.

 

E se sulla fedeltà di un cane possiamo oramai tutti dire la nostra, forse non tutti sanno che (e allora ve lo racconto io):

·       L’olfatto dei cani è 10.000 volte (10.000!) più forte di quello umano

·       I cani possono essere addestrati a individuare il cancro e altre malattie

·       Il 21 novembre 1990, Bill Irwin fu il primo non vedente a concludere la Appalachian Trial (un gara a piedi tra territori impervi, lunga più di 3400 Km), grazie all’aiuto dell’instancabile cane guida Orient

·       I Border Collie,  i Barboni e i Golden Retriever sono considerati i cani più intelligenti (senza offesa per tutti gli altri)

·       Negli Stati Uniti i cani sono riconosciuti come “presidio medico necessario”

·       I cani possiedono un’indole possessiva e per questo possono avere attacchi di gelosia

·        L’unico cane che non abbaia è il Basenji

·        I cani non sono daltonici (come spesso si dice), ma non possiedono i recettori per vedere il colore rosso (quindi non vedono il rosso)

·       L’Alaskan malamude può resistere a temperature fino a 70 gradi sotto lo zero

·       Un femmina non sterilizzata e i suoi discendenti possono dare vita a oltre 67000 cuccioli in sei anni (ecco perché chi ama gli animali si impegna affinché i randagi vengano sterilizzati)

 

A presto per altre bizzarre notizie su questi imbattibili simpaticoni

D.