La leishmaniosi è una patologia che si trasmette attraverso la puntura di un pappataceo (o flebotomo). Ad oggi non esistono soluzioni per eliminare completamente i microrganismi da un corpo infetto. Ecco perché è importantissimo adoperare dei piccoli accorgimenti per proteggere il proprio cane dalla leishmania.

Io personalmente sono venuta a conoscenza di questa patologia attraverso la mia bellissima cagnolina Kristall, alla quale è stata diagnosticata la leishmaniosi non appena è entrata in canile, 8 anni fa. Io e Kristall siamo insieme da circa 5 anni e in questo tempo posso sinceramente dire che, grazie alla totale assenza di sintomi, è come se fosse una cagnolina perfettamente sana (puoi vederlo tu stesso nel video qui sotto).

ZONE A RISCHIO LEISHMANIOSI

I pappataci che trasmettono questa malattia vivono soprattutto nelle zone calde del mediterraneo. Ecco la cartina:
Mappa dell’estensione della malattia

COME SI TRASMETTE LA LEISHMANIOSI

Il pappataceo che punge un cane infetto, diventa infetto a sua volta e può trasmettere la leishmaniosi agli altri cani che punge. Ecco perchè è fondamentale anche per me proteggere Kristall da eventuali punture. Per questo le compro regolarmente Scalibor, un collare antiparassitario utile a ridurre il rischio di trasmissione della leishmaniosi.

I SINTOMI DELLA LEISHMANIOSI

sintomi della leishmaniosi possono essere tantissimi o addirittura essere assenti (come il caso di Kristall). Di base il cane può soffrire di stanchezza, perdita di pelo, dimagrimento, ferite che non guariscono, crescita esponenziale delle unghie, sangue dal naso, ingrossamento dei linfonodi ecc. Per diagnosticare questa malattia basta un semplice esame del sangue, quindi chiedi al veterinario come procedere e se fate già delle ispezioni a riguardo.

PREVENZIONE E PROTEZIONE

Se il tuo cane è in salute e anche gli esami indicano che non ha mai visto la leishmania, è comunque necessario proteggerlo per evitare che la contragga. Un antiparassitario specifico (nel mio caso lo Scalibor), unito al trattamento vaccinale, sono la protezione massima che puoi offrire al tuo amico a quattro zampe.

Al prossimo articolo!

Elena

lascia un commento