Consigli canini



Cucciolo o di età avanzata? Vivace o sedentario? Generalmente affamato o con poca fame?

Tieni conto di questi elementi quando fai la pappa al tuo cane?

Da pochi anni a questa parte, per fortuna, noi padroni stiamo dedicando sempre più attenzione ai nostri amici pelosi. Migliorare la loro alimentazione rientra tra i fondamentali della cura del cane e non può più prescindere da tutto il resto.

 

Consiglio: l’acqua deve essere sempre presente, in abbondanza, e accuratamente sostituita almeno 1 volta al giorno.

 

Cibi Pronti o Alimentazione Casalinga?

I cibi pronti possono essere secchi (croccantini) o umidi (scatolette e bustine).

 

Consiglio: nel momento dell’acquisto ricordati sempre di verificare l’integrità e le scadenze delle confezioni.

 

I mangimi secchi (i croccantini)

·       “puppy”: dedicati ai cuccioli in quanto contengono più calcio, proteine e vitamine per favorire un corretto sviluppo muscolare e scheletrico

·        “regular”: creati per i cani adulti che svolgono un’attività fisica normale

·        “premium”: studiati per quei cani che svolgono un’intensa attività fisica e per le femmine in allattamento

·        “light”: a basso contenuto proteico, sono indicati: per cani che fanno vita sedentaria (cani da appartamento), per tutti i cani con problemi di sovrappeso, indipendentemente dall’età, e per i cani anziani con attività fisica quasi nulla.

 

Consiglio: tieni conto della dimensione dei croccantini. Se il tuo amico è di piccola taglia compragli croccantini di piccole dimensioni, se è di taglia grande invece prendi quelli più grandi.

 

I mangimi umidi

avendo un contenuto d’acqua maggiore devono essere somministrati in maggiori quantità per raggiungere lo stesso livello nutrizionale dei secchi.

In commercio ci sono svariate marche, gusti e sapori.

L’importante è abituarsi sempre a leggerne il contenuto.

 

Pro e contro

I cibi secchi aiutano a mantenere i denti più puliti e con meno tartaro., mentre quelli umidi sono più appetibili degli alimenti secchi, quindi sono indicati per quei cani che hanno meno appetito.

 

Consiglio: cerca di variare il più possibile la dieta del tuo cane, magari sperimentando marche diverse e sapori differenti.

 

Alimentazione casalinga

Affidarsi ai veterinari è il primo passo. Per un’alimentazione casalinga corretta consultati con il tuo veterinario che, sulla base delle condizioni fisiche del cane e dell’attività motoria abituale, ti consiglierà le giuste dosi da dare.

Un pasto completo deve contenere: proteine (carne), carboidrati di origine vegetale sotto forma di verdure, cereali, pane secco, pasta o riso.

La carne da sola non basta e per cucinarla occorre scottarla in acqua bollente per qualche minuto.

Il pesce è un ottimo alimento. Deve essere sempre ben cotto e assolutamente senza lische.

I cereali sono altamente digeribili e ricchi di proteine, vitamine, grassi e minerali.

La pasta e il riso devono essere serviti ben cotti e lavati con abbondante acqua dopo la cottura per evitare un eccesso d’amido.

Cereali soffiati: facilmente digeribili, apportano molte calorie; non vanno cotti ma semplicemente serviti con aggiunta d’acqua fino a formare un composto rappreso e mai troppo liquido.

Anche la verdura deve essere ben cotta e a circa il 10-15 % del pasto

 

Consiglio: conserva l’acqua di cottura quando bolli le verdure. Nell’acqua si perdono gran parte delle vitamine delle verdure durante la cottura, quindi usala per cuocere anche la pasta o il riso.